Itinerari per scoprire LA GRANDE GUERRA, Friuli

Visite di 2h30, 4h, 8h

Itinerari per scoprire LA GRANDE GUERRA, Friuli

Home Eventi & Luoghi da scoprire Itinerari per scoprire LA GRANDE GUERRA, Friuli

VISITE MEZZA GIORNATA (2h30)

Redipuglia e la Dolina dei 500
Percorso all’aperto tra le prime linee italiana e austriaca del 1915, poi divenuta retrovia italiana nel periodo 1916-1917, per vedere le varie tipologie di trincee del Carso Isontino. La visita prosegue con il Museo della Terza Armata (ingresso gratuito) e il Sacrario di Redipuglia, il più grande sacrario militare italiano, dove vengono conservate le salme di 100.000 caduti.

Parco tematico della Grande Guerra di Monfalcone e cippo Toti
Di recente apertura, il Parco conserva intatte e completamente ripulite trincee e caverne italiane del periodo 1915-1917. A quota 85 è visibile il cippo dedicato a Enrico Toti, bersagliere, ciclista, medaglia d’oro al valor militare, che qui morì nel 1916.Gorizia e il Museo della Grande Guerra Città simbolo della Grande Guerra, venne conquistata dall’esercito italiano nell’agosto del 1916. Il suggestivo Museo della Grande Guerra di Borgo Castello (ingresso a pagamento) rappresenta i fatti bellici e racconta i risvolti umani e sociali della guerra, focalizzando l’attenzione sul fronte isontino. L’ultima sala conserva documenti, medaglie e oggetti originali delgenerale Armando Diaz.

VISITE MEZZA GIORNATA (4h)

Redipuglia, la Dolina dei 500 e il Monte S. Michele

All’itinerario di 2h30 si aggiunge la visita alla zona sacra del Monte S. Michele, raggiungibile in pullman attraversando il paese di S. Martino del Carso, citato da Giuseppe Ungaretti in una delle sue poesie più celebri. Il Monte S. Michele fu conquistato il 7 agosto 1916 dopo 14 mesi di battaglie e più di 110.000 perdite tra morti, feriti e dispersi.

Redipuglia, il Monte S. Michele e il Parco Ungaretti
I luoghi della Grande Guerra, visti attraverso le poesie di Giuseppe Ungaretti, che sulla Cima 4 del Monte S. Michele combatté tra il 1915 e il 1916. Qui comporrà alcune delle sue poesie più note (Veglia, S. Martino del Carso, M’illumino d’immenso), pubblicate ne 'Il Porto Sepolto' e ricordate nel Parco a lui dedicato, realizzato di recente in località Castelnuovo di Sagrado.

Gorizia, il Museo della Grande Guerra e il Sacrario di Oslavia
All’itinerario di 2h30 si aggiunge la visita al Sacrario di Oslavia, posizionato a quota 153 del Monte Calvario. Opera dell’architetto Ghino Venturi, custodisce i resti di circa 20.000 caduti italiani.

VISITE GIORNATA INTERA (8h)


Redipuglia, Monte S. Michele e Museo della Grande Guerra a Gorizia
Un approccio completo per conoscere la storia della prima guerra mondiale attraverso il Museo della Grande Guerra di Gorizia (ingresso a pagamento), i luoghi delle battaglie della zona sacra del Monte S. Michele e la memoria dei caduti al Sacrario di Redipuglia.

Gorizia e Caporetto
Itinerario che si snoda tra Gorizia, città simbolo della prima Guerra mondiale, e Caporetto (Kobarid, Slovenia), dove si visiteranno i campi di battaglia della “rotta” di Caporetto, il Sacrario e il Museo della Grande Guerra, premiato come Miglior Museo Europeo nel 1993 (ingresso a pagamento).

  • Friuli, storia, cultura e sapori