Sacrario Militare, Redipuglia

Realizzato su progetto dell'architetto Giovanni Greppi e dello scultore Giannino Castiglioni

Sacrario Militare, Redipuglia

Home Eventi & Luoghi da scoprire Sacrario Militare, Redipuglia

Questo sacrario militare vene costruito in epoca fascista e contiene le spoglie di oltre 100.000 soldati italiani caduti in guerra.
Furono l'architetto Giovanni Greppi e lo scultore Giannino Castiglioni a progettare questo monumento memoriale e nel 1935 i lavori ebbero inizio.
Il 18 settembre 1938 alla presenza di Benito Mussolini e molti veterani della guerra si inaugurò il monumento.
La sua struttura si presenta come uno schieramento militare, in fondo alla via Eroica si eleva la gradinata che custodisce in ordine alfabetico, dal basso verso l'alto, le spoglie dei caduti in guerra con i nomi incisi in singole lapidi di bronzo.
Nell'ultimo gradone, in due grandi tombe comuni, sono presenti le salme di 60.330 caduti ignoti.
Il 3 settembre 2014 la cappella è stata trasformata in chiesa, che è dedicata a Maria Santissima Regina della Pace.
L'unica donna seppellita nel sacrario è una crocerossina morta a 21, la sua tomba si trova nella prima fila e si distingue dalle altre.
Ad oggi è il più grande e maestoso sacrario Italiano dedicato ai caduti della Grande Guerra.

  • Friuli, storia, cultura e sapori